Tirapugni e coltelli per rapinare i ragazzini: baby gang fermata

Rated: , 0 Comments
Total hits: 45
Posted on: 01/28/20
Minacce, botte e rapine ai danni di ragazzi minorenni. Era una baby gang, anch'essa composta da giovani tra i 15 e i 17 anni, a terrorizzare una zona centrale. Nel mirino finivano appunto i coetanei degli adolescenti bloccati dalla polizia.Gli agenti hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare che ordina il collocamento in comunitā, i destinatari sono quattro minorenni. Sono accusati di rapina aggravata e lesioni nei confronti di altri adolescenti. Al provvedimento si č arrivati dopo le indagini dei poliziotti del Commissariato Monforte Vittoria nate a loro volta dalle denunce di alcuni genitori delle vittime. Gli episodi su cui la polizia ha raccolto riscontri e prove (sarebbero almeno sei) si sono verificati nel marzo del 2019 in zone centrali come piazza Cinque Giornate, largo Marinai d'Italia, piazza Grandi, via Mondolfo e via Cervignano.Gli agenti hanno ricostruito come la baby gang entrava in azione, ogni volta con metodi simili. I componenti della banda si sono serviti di un coltello e di un tirapugni per minacciare o picchiare le vittime, strappando loro di dosso gioielli e derubandoli di cellulari e denaro. In alcune circostanze hanno costretto i ragazzini presi di mira a spogliarsi e a consegnare abiti e scarpe griffati o costosi. In un caso a un adolescente č stato anche rotto un dente. Gli inquirenti stanno accertando un eventuale collegamento con alcune molestie sessuali denunciate da ragazzine nei parchi della zona.Le indagini avevano giā portato, nel marzo del 2019, al fermo di un 17enne e di un 15enne per rapina, minacce e furto, reati tutti aggravati. Da quell'attivitā di polizia giudiziaria, grazie anche ai servizi di osservazione nei luoghi di ritrovo dei giovani tra piazza Grandi e via Cena e davanti ad alcune scuole, i poliziotti del Commissariato sono riusciti a identificare gli altri componenti della banda di giovanissimi. Le incursioni della gang avevano provocato un forte allarme nella zona.




>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment

Login


Username:
Password:

forgotten password?