Serie A pronta alla fase 2: club in ritiro da fine aprile

Rated: , 0 Comments
Total hits: 14
Posted on: 04/10/20

La Serie A non ha ancora perso la speranza di tornare in campo per concludere questa travagliata stagione 2019-2020 che si è dovuta fermare per via della pandemia da coronavirus che ha travolto il mondo intero. Sul tavolo ci sono diverse date per la ripresa che non avverrà prima della metà di maggio e che potrebbe ripartire, virus permettendo, a porte chiuse tra il weekend del 24 maggio e quello del 7 giugno.

Il premier Giuseppe Conte con un nuovo Dpcm estenderà il lockdown fino a domenica 3 maggio e dal giorno successivo si potrà forse tornare gradualmente alla "normalità". Secondo quanto riporta Sportmediaset, però, le squadre di calcio potrebbero riprendere gli allenamenti a fine aprile con dei ritiri blindati in modo tale da poter riprendere una condizione fisica accettabile in vista dell'ipotetica ripresa del campionato. Si cerca dunque di ottenere una deroga per poter tornare ad allenarsi un po' prima rispetto al previsto.

Voglia di ripartire

La Lazio ad esempio per bocca del suo presidente Claudio Lotito ha sempre spinto per tornare ad allenarsi il più presto possibile e così anche il Napoli di Aurelio De Laurentiis avrebbe voluto riprendere le sedute di allenamento già a fine marzo. Altre squadre sono contrarie alla ripresa come Sampdoria e Brescia mentre altre ancora sono in una posizione d'attesa come Juventus, Inter, Milan e tante altre.

Le società di calcio chiederanno al governo italiano di essere inserite nella lista delle aziende che cominceranno presto le attività produttive e si sta lavorando per trovare un'intesa di questo tipo con Gabriele Gravina che oggi avrà un colloquio, si spera produttivo, con il ministro dello sport Vincenzo Spadafora. Non solo, perché i club di Serie A sono pronti ad affettuare i test medici già nel mese di aprile per non farsi trovare impreparati.

Possibile, dunque che tra circa 15-20 giorni al massimo tutte le squadre abbiano la deroga per potersi allenare seguendo tutti i protocolli e rigorosamente in ritiro. Questo darebbe la possibilità a tanti calciatori, soprattutto di Inter e Juventus, di tornare dai rispettivi paesi d'origine osservando poi la quarantena di rito di 14 giorni per essere poi disponibili per iniziare il ritiro. Tamponi ogni 3-4 giorni, sanificazioni continue, allenamenti in gruppi ristretti, ritiri blindati e tanta tanta accortezza da parte di tutti: la prima cosa che interessa a tutti, istituzioni in primis, in questo momento è sì tornare in campo ma in piena sicurezza e quando ci saranno le reali condizioni per poterlo fare e rigorosamente a porte chiuse.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it'






>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment

Login


Username:
Password:

forgotten password?