Al voto con il Brescellum' Non ci sarebbe storia: centrodestra pigliatutto

Rated: , 0 Comments
Total hits: 7
Posted on: 01/14/20
La nuova legge elettorale proposta dal Movimento 5 Stelle farebbe stravincere il centrodestra. Tanto paradossale quanto reale, se i rapporti di forza tra i partiti sono quelli registrati in questi giorni dagli istituti demoscopici italiani. Il deputato pentastellato Giuseppe Brescia, infatti, ha avanzato una riforma della legge elettorale in chiave "proporzionale secco" e visto il cognome dell'esponente grillino ecco che la sua idea - come da tradizione - prende l'etichetta di Brescellum, così come successo in passato con il Mattarellum di Sergio Mattarella e il Rosatellum di Ettore Rosato.Chiamatelo Brescellum, Germanicum o come preferite, fatto sta che il proporzionale puro eliminerebbe con un colpo di spugna i collegi uninominali e istituirebbe, invece, una soglia di sbarramento al 5% (prevedendo comunque un diritto di tribuna, ovvero l'ospitalità dei partiti più piccoli nelle liste dei partiti maggiori).Ci ha pensato YouTrend a effettuare - sulla base della "Supermedia" dei sondaggi risalenti allo scorso 9 gennaio - una simulazione di come sarebbe il nuovo emiciclo di Montecitorio e quello di Palazzo Madama. Nella sua simulazione, YouTrend tiene conto della riforma del taglio dei parlamentari che porterebbe la Camera a 400 seggi e il Senato a 200. Insomma, da 945 gli eletti passerebbero a 600 (il taglio interesserebbe, dunque, 345 parlamentari).Come sarebbe la Camera dei deputatiBene, ecco i numeri per Montecitorio. La Camera sarebbe occupata in gran parte dalla Lega di Matteo Salvini: il Carroccio, infatti, otterrebbe - con le intenzioni di voto attuali - la bellezza di 143 seggi. Dietro alla compagine leghista, ecco Fratelli d'Italia con 49 e Forza Italia con 30. Ecco, sommando le quote di Lega, FdI e FI, il centrodestra salirebbe a 222 seggi su un totale di 400. Il Partito Democratico di Nicola Zingaretti eleggerebbe, invece, 86 esponenti, mentre sono dieci in meno quelli dei 5 stelle, che si fermerebbero a quota 76. Appena 5 gli uomini di Matteo Renzi per Italia Viva.Come sarebbe il Senato della RepubblicaA Palazzo Madama, su 200 poltrone, il Carroccio ne otterrebbe ben 72, oltre un terzo, che se sommati ai 24 di Fratelli d'Italia e ai 16 di Forza Italia porterebbe la coalizione a un volume di 112 su 200, oltre la maggioranza assoluta (così come a Montecitorio). Pd e Movimento 5 Stelle, invece, metterebbero assieme 80 senatori: 43 dem e 37 5s. Italia Viva, infine, si dovrebbe accontentare di appena un senatore...




>>

Comments
There are still no comments posted ...
Rate and post your comment

Login


Username:
Password:

forgotten password?